banner1

Studenti stranieri

Documentazione necessaria

 

Isee parificato Studenti Stranieri

 

Gli studenti non residenti in Italia (Extra-UE o UE con nucleo familiare all’estero) e lo studente straniero residente in Italia, non indipendente, con nucleo familiare dei genitori residenti all’estero dovranno presentare la Scheda raccolta dati con indicatore parificato universitario rilasciata da un CAAF convenzionato e riportare le relative informazioni che saranno richieste nel modulo di domanda online.

Tali studenti non possono avvalersi della facoltà di autocertificazione, ma è necessario esibire la relativa documentazione contenente le informazioni necessarie per la determinazione dell’ISEE, ovvero certificazione in originale rilasciata dalle Autorità del proprio Paese di provenienza e tradotta in lingua italiana, convalidata dall’Autorità diplomatica italiana competente per territorio nello stesso paese di provenienza dello studente (art. 33 del Dpr del 28/12/2000 n. 445) contenente:

- la composizione del nucleo familiare con l’indicazione di coloro che convivono con il capofamiglia, alla data di presentazione della dichiarazione Isee;

- l’attività svolta da ognuno di essi ed il reddito percepito, espresso nella moneta del proprio paese nell’anno 2015; in caso di assenza di reddito tale eventualità deve essere espressamente specificata nella documentazione;

- descrizione di tutto il patrimonio immobiliare di proprietà di ogni componente il nucleo familiare alla data del 31/12/2016 con indicazione del valore definito ai sensi del comma 3 art. 5 del Dpcm n. 159 del 5/12/2013; in caso di assenza di patrimonio tale eventualità deve essere espressamente specificata nella documentazione;

- la descrizione del patrimonio mobiliare costituito dalle componenti specificate all’art. 5 comma 4 del D.p.c.m. 5/12/2013 n. 159, detenute all’estero possedute alla data del 31/12/2016 da ogni componente il nucleo familiare; in caso negativo deve essere espressamente specificato nella documentazione;

 

Per i Paesi nei quali esistano particolari difficoltà documentate dalla locale Ambasciata Italiana, le documentazioni sul nucleo familiare, reddito e patrimonio possono essere rese dalle competenti rappresentanze Via Piave, 35 – 62100 MACERATA 0733/56201 0733/5620264 p.i. 00614110435 – c.f. 80006140430 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. diplomatiche o consolari estere in Italia e legalizzate dalle Prefetture (4° comma dell’art. 33 del Dpr del 28/12/2000 n. 445).

Per gli studenti provenienti da stati membri dell’Unione Europea è necessario esibire la sopra descritta documentazione rilasciata dalle competenti autorità del Paese di origine, tradotta in lingua italiana ma non è richiesta la legalizzazione. Nei Paesi che hanno sottoscritto la Convenzione de L’Aia del 5 ottobre 1961 la necessità di legalizzare gli atti e i documenti rilasciati da autorità straniere può essere sostituita dall’apposizione della “postilla” (o apostille). Lo studente proveniente da un Paese che ha aderito a tale Convenzione può recarsi presso la competente autorità interna designata da ciascuno Stato per ottenere l’apposizione dell’apostille sul documento.

Per gli studenti stranieri provenienti dai paesi particolarmente poveri, in relazione alla presenza di un Basso Indicatore di Sviluppo Umano, secondo i criteri dell’Human Development Report delle Nazioni Unite il cui elenco è quello definito con Decreto del Miur n. 1445 del 9 giugno 2017, la valutazione della condizione economica è effettuata sulla base di una certificazione della Rappresentanza italiana nel paese di provenienza che attesti che lo studente non appartiene ad una famiglia notoriamente di alto reddito ed elevato livello sociale. In alternativa, nel caso di studenti già iscritti ad una università nei due anni accademici precedenti nel paese di provenienza, collegata con accordi o convenzioni con l’università di iscrizione nelle Marche, tale certificazione può essere rilasciata dalla predetta università. Per gli studenti che si iscrivano al primo anno dei corsi di laurea e di laurea specialistica, la certificazione che lo studente non appartiene ad una famiglia notoriamente di alto reddito ed elevato livello sociale può essere altresì rilasciata da parte di enti italiani abilitati alla prestazione di garanzia di copertura economica di cui alle vigenti disposizioni in materia di immatricolazione degli studenti stranieri nelle università italiane; in tal caso l’ente che rilascia la certificazione si impegna all’eventuale restituzione della borsa per conto dello studente in caso di revoca secondo le modalità stabilite dai bandi di concorso.

Lo studente è obbligato comunque a dichiarare i redditi ed il patrimonio eventualmente detenuti in Italia dal proprio nucleo familiare secondo le modalità di cui al Bando di concorso. Tutta la documentazione sopra descritta, deve essere esibita al CAAF per il rilascio della scheda raccolta dati per l’indicatore parificato universitario. Tale scheda con tutti i documenti dovranno essere consegnati/inviati agli sportelli ERSU nei termini previsti dal bando di concorso per la concessione della borsa di studio. Via Piave, 35 – 62100 MACERATA 0733/56201 0733/5620264 p.i. 00614110435 – c.f. 80006140430 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Deve essere consegnata/inviata anche fotocopia del permesso di soggiorno, per l'a.a. 2017/2018, rilasciato dall'Autorità di P.S. preposta. Gli studenti che si iscrivono al primo anno, con domanda presentata regolarmente nel termine stabilito, e che non saranno in grado di presentare tutta la necessaria documentazione relativa al nucleo, ai redditi e ai patrimoni esteri e Isee e per i quali è possibile una valutazione provvisoria, saranno ammessi nelle graduatorie provvisorie con riserva. Gli stessi studenti del primo anno che entro la data del 16/10/2017 non provvederanno a completare la documentazione prevista saranno esclusi con le graduatorie definitive dai benefici concessi. Gli studenti che si iscrivono agli anni successivi al primo devono presentare tutta la documentazione dovuta in originale entro 05/09/2017 a pena di esclusione dai benefici.

Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito web, l'utente accetta che possiamo collocare questi tipi di cookie sul dispositivo.