banner1

Mobilità Internazionale - Bando di concorso

ART.  17

CONTRIBUTI PER LA MOBILITÀ INTERNAZIONALE DEGLI STUDENTI

Gli   studenti beneficiari di borsa di studio nell’anno accademico 2017/2018, compresi gli iscritti ai corsi di dottorato,  hanno diritto per una sola volta per ciascun corso e per una sola volta per gli iscritti ai corsi degli Istituti Superiori di grado universitario ad una integrazione della borsa per la partecipazione a programmi di mobilità internazionale, sia nell’ambito di programmi promossi dall’Unione Europea che di programmi non comunitari. 

La partecipazione a tali programmi  e il periodo di studio e/o tirocinio all’estero deve essere riconosciuto in termini di crediti  e votazioni nell’ambito del proprio corso di studio anche ai fini della predisposizione della prova conclusiva. 

Per le finalità indicate in premessa, è concessa dall’Ente, sulla base delle proprie disponibilità economiche, ai borsisti, un’integrazione della borsa dell’importo di 500,00 euro, su base mensile, per la durata del periodo di permanenza all’estero, sino ad un massimo di sei mesi, su certificazione delle Istituzioni universitarie di cui all’art. 2, che promuove il programma di mobilità, indipendentemente dal paese di destinazione. Dall’importo dell’integrazione va dedotto l’ammontare della borsa concessa, a valere sui fondi dell’Unione europea o su altro accordo bilaterale anche non comunitario.

Il contributo spetta limitatamente per il periodo  di soggiorno all’estero sovvenzionato dalle Istituzione universitarie con borsa ERASMUS. Gli studenti beneficiari di borsa di studio per l’ultimo semestre risultanti nella graduatoria del presente contributo beneficeranno dell’integrazione fino ad un massimo di tre mesi compresi nel periodo ottobre 2017- marzo 2018.

La richiesta del contributo viene presentata in fase di compilazione on line della domanda di borsa di studio.

Per l’erogazione del contributo ERASMUS, l’Ente effettuerà una riserva pari allo 0,6% dei fondi storici. 

Qualora le disponibilità finanziarie non siano sufficienti a garantire l’integrazione a tutti gli studenti aventi diritto si procederà alla formulazione di una graduatoria sulla base dell'Indicatore della situazione economica equivalente integrata di cui all’art. 8 del presente bando. Nel caso si verifichi una situazione di parità, il beneficio è concesso prioritariamente allo studente con nucleo familiare più numeroso ed infine al più anziano di età. 

L’anticipo pari al 70% del contributo sarà  assicurato prima dell’avvio del programma, solo se coincidono i tempi di partenza con quello della pubblicazione delle graduatorie definitive.

Alla fine del periodo di soggiorno  il contributo sarà rapportato al numero dei  giorni trascorsi effettivamente  all’estero riconosciuti dall’università o altre istituzioni universitarie. 

La rata finale a saldo sarà erogata alla fine dell’anno accademico, previa verifica del conseguimento dei risultati previsti nel programma di mobilità. 

Qualora la verifica del conseguimento dei risultati previsti nel programma di mobilità sia negativa si provvederà al recupero dell’ammontare del contributo corrisposto come anticipo.

Lo studente che  trascorra  un periodo inferiore a quello dichiarato dovrà restituire le somme equivalenti ai mesi non effettivamente trascorsi all’estero.

 A condizione che ci siano posti liberi, gli studenti che partecipano a Programmi di Mobilità Internazionale, titolari della borsa di studio con alloggio presso le strutture abitative dell’Ente hanno diritto, al rientro in Italia, ad essere reintegrati nel posto alloggio con diritto di precedenza su tutti gli altri studenti. 

Inoltre, ai vincitori di borsa verrà corrisposto alla fine dell’anno accademico  l’ importo in denaro, dei servizi alloggio e mensa, non usufruiti nel periodo di permanenza all’estero, rapportandolo ai giorni di non utilizzo dei servizi stessi. Lo studente fuori sede è consapevole che l’accoglimento della richiesta di monetizzazione del servizio alloggio è subordinato alla riconsegna, prima della partenza, della camera eventualmente assegnata, libera da ogni effetto personale

Qualora lo studente non abbia mai preso possesso dell’alloggio, prima o al ritorno del soggiorno all’estero, non sarà effettuato alcun rimborso salvo il caso in cui  lo studente trascorra all’estero un periodo di dieci mesi (cinque mesi per i vincitori dell’ulteriore semestre), arrotondato per eccesso, con partenza dal mese di ottobre.

Qualora lo studente trascorra all’estero un periodo inferiore a dieci mesi e al suo ritorno l’Ente non sia stato  in grado di assicurargli un posto letto gli verrà  monetizzato anche  il periodo equivalente alla differenza tra i  mesi trascorsi all’estero e i dieci mesi.

 

Questo sito web utilizza i cookie per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito web, l'utente accetta che possiamo collocare questi tipi di cookie sul dispositivo.