• Attività Culturali
    Attività Culturali

    Across Spoon River

  • Attività Culturali
    Attività Culturali

    Studio Teatro

  • Camera Residenza Fermo
    Camera Residenza Fermo
  • Conversando con gli autori
    Conversando con gli autori

    Vincenzo Cerami

  • Mensa Accorretti
    Mensa Accorretti

    Distribuzione pasti

  • Residenza Fratelli Cairoli
    Residenza Fratelli Cairoli
  • Residenza Montessori
    Residenza Montessori

    Sala ricreativa

  • Servizio Trasporti
    Servizio Trasporti

    Bus navetta

  • Studenti
    Studenti
Interventi e benefici agli studenti Ristorazione Alloggi
Altri servizi Domanda online Città e territorio


Servizio trasporto studenti

 

DSCN6272

Il servizio trasporto studenti è terminato venerdì 30 maggio; riprenderà con l'inizio del nuovo Anno Accademico. 

Leggi tutto

Albo Fornitori

E' stato adottato con determina del Direttore n. 631 del 09.12.2013 l'Albo Fornitori per l'affidamento in economia di beni e servizi.

Consultare la sezione "bandi di gara".

Accertamenti sulle dichiarazioni rese dagli studenti per l’a.a. 2013/2014

Come previsto dalla normativa vigente dovranno essere controllate le dichiarazioni rese dagli studenti ai fini della richiesta della Borsa di studio per l’a.a. 2013/2014.

leggi tutto

Domanda on line a.a. 2014/2015

L'ERSU ha predisposto un nuovo sistema di presentazione delle domande che prevede la possibilità della sola trasmissione on line, senza l'invio della domanda cartacea. Per fruire di questa opzione...

leggi tutto 


Gravi sanzioni per dichiarazioni non veritiere

Leggi tutto


Bandi di Concorso a.a. 2014/2015


Sono disponibili i Bandi di Concorso dei diversi benefici per l’a.a. 2014/2015.

SCADENZA DOMANDA BENEFICI CONCORSUALI  03 SETTEMBRE 2014 

Nuove  importanti disposizioni sul termine di scadenza.


Sportello informativo

Lo sportello informativo è aperto anche di pomeriggio nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 15,30 alle ore 17,30.

Benefici a.a. 2014/2015
ISEEU – ISPEEU - Caaf

Prima della compilazione della domanda on line per i benefici della Borsa di studio e/o del posto alloggio lo studente deve richiedere al CAAF (Centro autorizzato di assistenza fiscale) l’attestazione ISEEU, comprensiva anche del valore ISPEU.

leggi tutto

Domanda on line benefici a.a. 2014/2015 – nuove modalità di autenticazione

Per le domande dei benefici relative all’a.a. 2014/2015 sarà disponibile la piattaforma informatica unica regionale di domanda on line promossa dalla Regione Marche.

Per la presentazione della domanda  leggi tutto

 

DOMANDA ON LINE

E’ attiva la domanda online per i diversi benefici E.R.S.U. a.a. 2014/2015.

 Avviso consegna CUD

 L'ERSU rilascia il cud 2014 relativo all'anno 2013 agli studenti vincitori di borsa di studio per gli anni 2012/2013 e 2013/2014, pertanto gli stessi sono tenuti a ritirarli presso lo sportello dell' Area Servizi agli studenti.

                      


Domanda Servizio Ristorazione a.a. 2014/2015

Si ricorda che lo studente che ha presentato domanda di qualsiasi beneficio o servizio nell’a.a. 2013/2014 è dispensato dal presentare nuova domanda per il solo accesso a mensa in quanto la possibilità di utilizzare il servizio a pagamento viene mantenuta dietro verifica della regolare iscrizione per l’a.a. 2014/2015. Per maggiori informazioni consultare la sezione "Ristorazione".

Integrazione Borsa di Studio a.a. 2013/2014 a studenti che si laureano entro il 31/12/2014.

E’ stato approvato il bando di concorso per la concessione di integrazione della Borsa di studio a studenti che si laureano entro il 31/12/2014.

LEGGI TUTTO 

Premi per Tesi di laurea.
L’E.r.s.u. di Macerata ha bandito un concorso per l’attribuzione di due Premi per le migliori tesi di laurea in materia di diritto allo studio universitario.

Leggi tutto

Riapertura strutture abitative

Gli studenti debbono recarsi presso gli uffici amministrativi, negli orari di apertura degli stessi, per il ritiro delle chiavi della propria camera, muniti della tessera magnetica per l'abilitazione della stessa.

Alloggio a pagamento a.a. 2014/2015

E' possibile fare richiesta di posto alloggio a pagamento dopo la scadenza della domanda.

Vai alla pagina

Richiesta Borsa di Studio dopo la scadenza anno accademico 2014/2015

I termini per la presentazione della domanda di borsa di studio e posto alloggio per l'a.a. 2014/2015 sono scaduti mercoledì 3 settembre 2014.

Possono essere presentate domande di sola borsa di studio fino alla data del 28/11/2014 per concorrere all'attribuzione di eventuali borse qualora residuassero fondi dopo la prima assegnazione.

Posti alloggio per docenti-tutor

Sono disponibili posti alloggio per docenti-tutor. 

Scadenza domanda 30/09/2014


Consulta il regolamento

Scarica modulo per la domanda

Avviso importante

Si ricorda che:

- per l’a.a. 2013/2014 lo studente può usufruire del Servizio Abitativo fino al 22 Settembre 2014.

-per l’a.a. 2014/2015 lo studente può usufruire del Servizio Abitativo dall’1 Ottobre 2014.


Leggi tutto

Avviso importante

Dopo la pubblicazione delle graduatorie provvisorie presso l’Albo dell’ERSU, gli elenchi dei vincitori di posto alloggio saranno pubblicati sul sito dell’Ente, ove saranno anche comunicate le date di assegnazione del posto letto.
Tale pubblicazione sostituirà a tutti gli effetti la convocazione individuale per il posto alloggio.

Leggi tutto

 

16September Servizio Alloggio a.a. 2014/2015

Avviso importante

Dopo la pubblicazione delle graduatorie provvisorie presso l’Albo dell’ERSU, gli elenchi dei vincitori di posto alloggio saranno pubblicati sul sito dell’Ente, ove saranno anche comunicate le date di assegnazione del posto letto.
Tale pubblicazione sostituirà a tutti gli effetti la convocazione individuale per il posto alloggio.

Leggi tutto

 

Leggi tutto:
 
15September Servizio Alloggi: avviso agli studenti attualmente ospiti delle strutture abitative.

Avviso importante

Si ricorda che:

- per l’a.a. 2013/2014 lo studente può usufruire del Servizio Abitativo fino al 22 Settembre 2014.

-per l’a.a. 2014/2015 lo studente può usufruire del Servizio Abitativo dall’1 Ottobre 2014.


Leggi tutto

Leggi tutto:
 
09September Posti alloggio per docenti-tutor

Posti alloggio per docenti-tutor

Sono disponibili posti alloggio per docenti-tutor. 

Scadenza domanda 30/09/2014


Consulta il regolamento

Scarica modulo per la domanda

 
04September Richiesta Borsa di Studio dopo la scadenza

Richiesta Borsa di Studio dopo la scadenza anno accademico 2014/2015

I termini per la presentazione della domanda di borsa di studio e posto alloggio per l'a.a. 2014/2015 sono scaduti mercoledì 3 settembre 2014.

Possono essere presentate domande di sola borsa di studio fino alla data del 28/11/2014 per concorrere all'attribuzione di eventuali borse qualora residuassero fondi dopo la prima assegnazione.

 
Prec123Succ

cud2014

menu del giorno

Macerata Digitale

Indice di Gradimento

01

               Guarda il risultato

Notizie dal mondo

MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

  • Luca Pasquaretta TorinoL’EXPLOIT di Tevez, che segna, balla e sorride. La difesa che non prende gol. Allegri che può vantare un avvio di stagione migliore di quello di Conte. E sabato sera c’è l’esame Milan, una sfida nella sfida per il tecnico livornese, che non vede l’ora di tornare a San Siro e di suonargliele ad Inzaghi, con cui non è mai scattala la scintilla. Dopo la notte di Champions, le copertine e le prime pagine non possono che essere tutte per Tevez, il campione del popolo (in Argentina reclamano il suo ritorno in nazionale e il Tata Martino ci sta pensando: «Tevez? Ora è in concorrenza con Higuaín e Aguero...» ha detto il ct argentino) uno dei leader della Juve. IL RISPETTO dei compagni se l’è guadagnato sul campo con i gol, ma anche con le prestazioni e con l’umiltà, qualità tipica dei grandi campioni. E’ lui il trascinatore di questo inizio di stagione: 3 partite, 3 gol. Pesante quello realizzato all’Udinese. Decisiva la doppietta rifilata al Malmoe sia per la Juve che a livello personale. Non segnava da 5 anni in Champions, tanto troppo per un campione come lui. L’ultima volta era capitato il 7 aprile del 2009, un’eternità, quando giocava con il Manchester United (2-2 con il Porto). Ha festeggiato a modo suo. Per una volta non omaggiando i “barrio” di Buenos Aires con la maglia celebrativa, ma la figlia, la primogenita Florencia (7 anni). Il segreto lo ha svelato lo stesso Carlitos con un tweet notturno: «Sei tu la creatrice del robot! Ti amo figlia». Gongola pure Allegri. «Siamo Tevez-dipendenti? Mah, diciamo che ho la fortuna di avercelo io e me lo godo» ha rilanciato il tecnico livornese a margine della vittoria contro il Malmoe, la terza consecutiva senza prendere un gol, non un dettaglio. I PARAGONI spesso sono antipatici, perché a volte sono necessari per capire, per analizzare, per andare oltre. Nella fase difensiva e nei risultati Allegri ha fatto addirittura meglio di Conte, perché l’attuale ct azzurro l’anno scorso fra campionato e Champions aveva subìto 2 gol (Lazio e Copenaghen), portando a casa 2 vittorie e 1 pareggio, proprio contro i danesi. INTANTO ieri mattina la squadra si è ritrovata a Vinovo per l’allenamento (solo palestra per chi aveva giocato contro il Malmoe) e una mini-amichevole contro il Chisola durata 50 minuti e finita 7-0 per testare il ritmo di chi aveva giocato di meno. In grande evidenza Morata, autore di una tripletta, che scalpita per una maglia da titolare, poi doppietta di Giovinco e gol di Coman. A parte Barzagli (per lui programma di riatletizzazione), Pirlo e Vidal, con quest’ultimo che scalpita per strappare una convocazione per San Siro. Se non dovesse farcela è pronto Pereyra. Non è proprio la stessa cosa, ma con la difesa imbattuta e un Tevez così devastante basterebbe e avanzerebbe.

  • MilanoPER ORA quella lettera non è servita. Però esiste eccome. Ed è depositata sia alla Procura di Milano che al Tar della Lombardia. Nove righe controfirmate da 10 tesserati dell’Ac Milan stagione 2013-2014 (compresi Seedorf, Balotelli e Kakà) per scagionare gli ultras denunciati per i fatti di Milan-Parma. Per chi non lo ricordasse, il 18 marzo scorso i tifosi rossoneri contestarono duramente alcuni giocatori e l’ad Adriano Galliani prima e dopo la sconfitta per 2-4 in casa: «Veniamo coi bastoni» e «Vi romperemo il c.» alcune delle frasi urlate all’arrivo del pullman a San Siro e annotate dagli agenti della Digos. A match concluso, l’incontro tra i portavoce della Sud e i calciatori, durante il quale i primi chiesero a muso duro ai secondi (rimasti in religioso silenzio) più impegno in campo e meno notti brave. Passato qualche giorno, arrivò la stangata della Questura: 35 denunce (più altrettanti Daspo) per manifestazione non preavvisata, minacce aggravate e istigazione a delinquere. Ora si scopre che due settimane dopo l’avvocato Jacopo Cappetta, legale del capo della curva Luca Lucci e degli altri indagati, scrisse a Super Mario e compagnia per chiedere se si fossero sentiti in pericolo quel giorno. Pronta la risposta, autografata pure da Abate, Abbiati, Amelia, Bonera, De Jong, Muntari e Pazzini. Uno: «Quanto al momento di ingresso del pullman allo stadio, data la velocità di manovra, non è stato possibile percepire nessun coro dei tifosi nella sua interezza e quindi nessuna minaccia». Due: «Quanto al colloquio intrattenuto a fine partita, non vi è stata nessuna minaccia verbale o fisica da parte di Lucci, Pacini e Delle Foglie (i tre tifosi, ndr), ma esclusivamente l’espressione di una profonda delusione per i risultati della squadra». Assoluzione piena. E forte imbarazzo nei corridoi di via Rossi.Luca GuazzoniNicola Palma

  • Marinella Rossi MILANOLA COLLA delle tangenti non si stacca da Expo e dai suoi top manager. Tangenti sulle Vie d’Acqua, questa volta, ridimensionate da ambizioso progetto di parco idrico a canali di deflusso del sito espositivo. Gare d’appalto pilotate in cambio di stecche, queste mascherate da consulenze affidate a una piccola costellazione di società di progettazione edile. Una rumba fra padre e figlio: il sub-commissario di Expo, ingegnere Antonio Acerbo, inossidabile tecnico passato ai più alti incarichi nella pubblica amministrazione, è indagato per corruzione e turbativa d’asta, e il suo sparring partner, il figlio Livio Andrea, anche lui ingegnere, per riciclaggio del denaro girato sotto forma di consulenze fittizie, attraverso la manciata di società.ED EXPO è di nuovo in affanno. Quattro mesi dalla botola scoperchiata sul trio Gianstefano Frigerio, Primo Greganti e Luigi Grillo, si torna a riproporre il dualismo tra asta pilotata e bustarella. Succede ieri con le perquisizioni messe a segno dalla sezione di Gdf della Procura di Milano, su ordine dei sostituti Claudio Gittardi e Antonio D’Alessio, i titolari del primo Expo-gate. Perquisizioni in via Molino Dorino, sede operativa di Expo, e negli uffici di Metropolitana Milanese, stazione appaltante dell’Esposizione Universale. Poi nelle società di progettazione e nelle case degli indagati, che sono, oltre a padre e figlio, anche alcuni intermediari: strumenti del contratto che avrebbero stretto Acerbo e una sua vecchia conoscenza, quell’Enrico Maltauro della Maltauro Costruzioni (l’azienda si dice «estranea») per ottenere, il secondo, l’appalto di una tranche delle Vie d’acqua, e il primo la dovuta riconoscenza.MA È PROPRIO Maltauro nei suoi interrogatori iniziati a maggio scorso, e secretati, a inguaiare (ma poi seguono altri riscontri) il sub commissario, uno di cui dice (in una telefonata con Gianstefano Frigerio che ne vantava l’amicizia): «Non c’è nessuno che è più vecchio amico di me con Acerbo». Uomo che merita attenzione particolare visto che, aquilano di 65 anni, passa dall’impresa privata (Fininvest, Montedil, Tecnimont) a membro del Cda di Mm, a Direttore generale della Giunta Moratti, a Grande ufficiale della Repubblica in forza del restauro della Scala. E Acerbo, uscito da Palazzo Marino con l’arrivo di Pisapia a sindaco, non finisce nel cono d’ombra: entra subito in Expo da responsabile del progetto Vie d’Acqua (90 milioni di euro, valore totale dei lavori) e insieme presidente della commissione di gara. QUELLA CHE, secondo la Procura, è truccata, almeno nell’ultimo troncone che interessa Maltauro: la tranche sud che collega la Darsena, il centro di Milano, al sito espositivo a Rho. Lavori ottenuti dall’imprenditore vicentino con 43 milioni, e con lo sconto del 21% sulla base d’asta di 54. Lavori che Maltauro si aggiudica nel luglio 2013 (consegna del cantiere il primo agosto), la stessa data indicata nei decreti di perquisizione a carico di Acerbo, figlio e altri: 10 luglio 2013. Ma che sarà ora del management di Expo? Ieri il commissario unico Giuseppe Sala era assente da tutto. Oggi il commissario anticorruzione Raffaele Cantone è atteso in Procura. Se le vie d’acqua (che Acerbo lasciò all’esplosione dell’Expo-gate) sono un piatto ormai freddo, Acerbo ora è responsabile del Padiglione Italia di cui, data l’urgenza a chiudere i lavori, gestisce gli affidamenti diretti. E se, come dice il suo legale Federico Cecconi, intende «chiarire la sua posizione il più presto possibile», il sindaco Giuliano Pisapia, pur vantando garantismo, ne auspica «un passo indietro». «Per il bene di Expo».

  • ROMALA STAGIONE della caccia alle coperture per la legge di stabilità è ufficialmente iniziata. Gli incontri tra il premier Matteo Renzi, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e il commissario Carlo Cottarelli si fanno più frequenti. Due giorni fa era scattata la polemica per il possibile aumento delle aliquote agevolate dell’Iva: un’ipotesi poi esclusa dal governo. Da quel momento, però, dichiarazioni e indiscrezioni si sono inseguite: i tecnici del Mef starebbero lavorando a un inasprimento della tassa di successione.L’obiettivo, secondo le indiscrezioni che circolano in queste ore, puntualmente smentite dagli interessati, è passare dagli attuali 500 milioni di euro di gettito ad almeno un miliardo, per allinearci a quello che accade già adesso nei principali paesi europei. Nel mirino degli uffici del ministero sarebbero finite aliquote e franchigie attualmente in vigore. AL MOMENTO esistono quattro aliquote, che variano a seconda del grado di parentela, e un paio di franchigie: si tratta di soglie di esenzione entro le quali l’imposta non risulta dovuta. Attualmente il coniuge, i figli e i genitori pagano il 4%, ma solo per la parte di eredità che supera il milione di euro. L’aliquota può arrivare fino all’8 per cento. La tassa di successione continua, insomma, a essere vittima delle attenzioni ondivaghe dei governi. Negli ultimi vent’anni questa voce dei nostri bilanci pubblici è stata ritoccata una miriade di volte. È stata ridotta dall’esecutivo guidato da Giuliano Amato alla fine del 2000. Pochi mesi dopo, nel 2001, il secondo Governo Berlusconi l’ha abolita. E nel 2006, considerando quella misura insostenibile, il secondo Governo Prodi è tornato indietro e l’ha ripristinata. Adesso, proprio questa voce potrebbe essere oggetto di una stangata. ANCHE SE, piuttosto che aumentare le tasse, si preferirebbe agire sulle detrazioni, aggiornando e potando la giungla degli sconti. Dettagli a parte, comunque, l’obiettivo è chiudere entro il prossimo dieci ottobre, con qualche giorno di anticipo sulla tabella di marcia. La manovra dovrebbe avere un valore totale di venti miliardi, confermando gli 80 euro e il taglio dell’Irap. Saranno pagati, in parte, con il recupero di cinque miliardi dovuto al calo dello spread e con i benefici della lotta all’evasione fiscale (3 miliardi). Qualcosa arriverà dalla spending review: ieri si è svolta una prima riunione per valutare gli impegni dei diversi ministeri. Con il Documento di economia e finanza, il primo ottobre, sarà tutto più chiaro.Matteo Palo

Notizie Macerata

MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global